Biografia / Biography

Scroll for english / scorrere per inglese

Angela Maria Piga (Roma, 1968) è un’artista autodidatta italo-svizzera. Si è laureata in Letteratura Francese all’università La Sapienza di Roma con la tesi “Voltaire e la teoria del teatro” (110/110 e lode) quindi ottenuto l’abilitazione per insegnamento in storia dell’arte alle scuole superiori.

Ha lavorato nella galleria d’arte di famiglia a Roma dal 1990 al 2005. Fra le mostre a cui ha contribuito: Tadeusz Kantor, Jaroslaw Kozakiewicz, Horia Bernea, Henryk Stazewski, Szymon Urbanski, Getulio Alviani, Orna Ben-Ami, Miklos Erdely. Negli anni ’90 ha frequentato  un corso annuale di recitazione al teatro Agorà di Roma. Nel 2003 è stato pubblicato il suo  romanzo “La sindrome di Salomone” (Oèdipus ed.). Dal 2006 al 2009  è stata autrice e conduttrice di programmi radio culturali in Inglese per Rai International. Dal 2009 è iscritta all’Ordine dei Giornalisti scrivendo 80 recensioni di cinema per Lo Specchio, Il Messaggero,  Cahiers du Cinéma, Domus, Interni, Gente di Fotografia, Casa Vogue, L’Uomo Vogue, Il Secolo XIX, la rivista svizzera Art Passions.  Nel 2015 si è trasferita a Düsseldorf per due anni. Qui, vivendo a contatto con artisti vicini all’Accademia d’arte e partecipando a sessioni di arte terapia ha cominciato a realizzare scultura nel 2017. Di ritorno a Roma, ha frequentato per un anno un corso di scultura con l’artista Emiliano Coletta al Laboratorio di ceramica di Roma Paolelli. Nel 2022 la casa editrice L’Erudita (Giulio Perrone ed.) ha pubblicato il libro “Easy Writer”, con una raccolta di sue poesie dal 2011 al 2021. 

Il cinema è un importante riferimento per lei. Fra i registi preferiti: Rainer Werner Fassbinder, Ernst Lubitsch, Fritz Lang, Ingmar Bergman, Andrej Tarkovskij, Krzysztof Kieślowski, John Cassavetes, Elio Petri, Jacques Tati, Nanni Moretti, David Lynch.

La musica è un elemento essenziale nel suo lavoro. Contribuisce a stimolare la sua immaginazione trasformando il linguaggio in gestualità e ritmo e a concepire la forma  come una coreografia in fieri.

foto_Angela Foto Estella Marcheggiano, 2018

Angela Maria Piga (Rome, 1968) is an Italian-Swiss self-taught artist. She graduated in French Literature at La Sapienza University of Rome with the thesis “Voltaire and the theater’s theory” (110/110 with honors). She then obtained the qualification for teaching art history in the secondary school.

She worked in the family run art gallery from 1990 to 2005. Among the exhibitions she contributed to: Tadeusz Kantor, Jaroslaw Kozakiewicz, Szymon Urbanki, Horia Bernea, Henryk Stazewski, Orna Ben-Ami, Miklos Erdely, Getulio Alviani. In the ’90s she attended a one year drama course at Teatro Agorà in Rome. Her novel “La sindrome di Salomone” (Oèdipus ed.) was published in 2003. From 2006 to 2009 she has been author and host of cultural radio programs in English for Rai International. Since 2009 she is a member of the Journalists Association after writing 80 film reviews for the weekly journal Lo Specchio, Il Messaggero,  Cahiers du Cinéma, Interni, Gente di Fotografia, Casa Vogue, L’Uomo Vogue, Il Secolo XIX, the Swiss art magazine Art Passions. In 2015 she moved to Düsseldorf for two years where, living in contact with artists close to the Art Academy and attending art therapy sessions she started to make sculptures in 2017. Back in Rome, she attended a one year sculpture course with the artist Emiliano Coletta at Paolelli’s ceramic workshop.  In 2022 the book “Easy Writer” with a series of her poems from 2011 to 2021 has been published by L’Erudita (Giulio Perrone ed.) 

Movies are an important reference to her. Her favorite directors are: Rainer Werner Fassbinder, Ingmar Bergman, Andrej Tarkovskij, John Cassavetes, Elio Petri, Krzysztof Kieślowski, Ernst Lubitsch, Fritz Lang, Jacques Tati, Nanni Moretti, David Lynch.

Music is key to her work, as it stimulates her imagination in transforming language in gestures and rhythm and in conceiving shapes as an ongoing choreography.